Come togliere il pannolino senza traumi

19 novembre, 2020 4 minuti di lettura

Togliere il pannolino: come e quando farlo? Come passare al vasino o al wc senza traumi e in poco tempo...

Il pannolino ai bimbi va tolto quando è il momento giusto. I consigli dei pediatri dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

                                                                                                                                                                                  Facebook

Segui la nostra pagina facebook

Arriva l'estate e la bella stagione: per molti genitori è il momento giusto per iniziare a togliere il pannolino, soprattutto in vista dell'inizio della scuola materna a settembre. Ma sarà davvero il momento giusto per il bambino? Quando è il momento giusto?

Rispondiamo a questa domanda  con l'aiuto gli esperti dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Prima di tutto bisogna capire quando è il momento giusto! Generalmente si parla di 2 anni per le bimbe e 3 per i bimbi. Ma ogni piccolo ha il suo tempo, dai 18 mesi in poi si può provare...

Neonati e lattanti non hanno la capacità di decidere in modo autonomo quando fare la pipì: semplicemente quando la vescica è piena, il muscolo vescicale si contrae involontariamente con fuoriuscita delle urine. In pratica i neonati fanno spesso pipì, senza rendersene conto. La natura non dà al bambino piccolo la responsabilità di decidere di fare la pipì, o trattenerla, così come fino a un anno di età circa non gli dà la responsabilità di cammminare.

Gradatamente il bambino impara a capire quando la vescica è piena.  Il controllo vero e proprio dei muscoli sfinterici si competerà verso i 4 anni, quando sarà in grado di trattenere la pipì se non è il momento opportuno. 

È importante sottolineare che i bambini non vanno sgridati se si bagnano,perchè non hanno ancora raggiunto una sufficiente maturità: è un percorso lungo, con alti a bassi, non un evento immediato. Rimproverarli, è una cosa sbagliata, vanno al contrario incoraggiati. 

Purtroppo accade spesso che i tempi legati allo "spannolinamento" siano legati più alle necessità di scuola e famiglia che alla reale consapevolezza del bimbo. Ci sono bambini che hanno al contrario bisogno di un processo più lungo di maturazione sia fisica che mentale per poterlo togliere, si può comunque provare e nel caso il bimbo non sia pronto aspettare qualche settimana, senza insistere per non causargli traumi,

Ok, proviamoci...

Quando iniziare
In genere si procede d'estate: si stà più tempo insieme, ci si spoglia più facilmente, si può andare in giro per casa anche solo con una mutandina ed evitare quindi di bagnare pantaloni, slip, calzine e scarpine, con conseguente dispiacere del bimbo.  

Come togliere il pannolino 

Innanzi tutto occorre preparare il bambino al “grande evento” facendo compere con lui e facendogli scegliere le mutandine che preferisce.

  • Mettere in bagno uno sgabellino e il riduttore del wc e/o il vasino.
  • Far trovare al bimbo qualche libro e qualche giochino da utilizzare solo quando è sul water in modo che non si annoi e che non si stanchi. Anzi, all’inizio sarà stimolato ad andare in bagno poiché saprà che lì ci sono “quei giochi”
  • Portare il bimbo in bagno a cadenza regolare (ogni 30 minuti circa) dicendo con enfasi “andiamo a fare pipì?” con il tono entusiasta di chi ha vinto al superenalotto! Non chiedetegli mai “devi fare pipì?” la sua risposta, al 99% sarà “no”
  • Complimentiamoci con lui quando lo usa e gratifichiamolo spesso, ricordiamogli quanto è stato bravo e quanto siamo fiere di lui
  • Stabiliamo con il bimbo un regalo speciale da comprare insieme se riesce a fare la pipì nel wc per tutto il giorno senza bagnarsi
  • Ricordiamo che un incidente di percorso può accadere e non scoraggiamoci e non umiliamo il bimbo per questo anzi, rassicuriamolo e raccontiamogli un segreto: a volte è capitato anche a noi che un goccino di pipì sia finito sulle mutandine…non è certo la fine del mondo!!! Il regalino arriverà lo stesso, a patto però che non accada più.

A cosa servono i pannolini a mutandina e le mutandine contenitive?

I pannolini a mutandina in genere vengono utilizzati come "primo step" per far introdurre il bambino al percorso che lo porterà a lasciare il pannolino, proprio perchè si possono mettere e togliere come una mutandina; servono anche perchè la maggior parte dei bambini verso a partire dall'anno e mezzo preferiscono essere cambiati sfilando il pannolino, anzichè distesi sul fasciatoio... naturalmente non è per tutti così...

Le mutandine contenitive si utilizzano invece quando si decide di togliere il pannolino, c'è poco tempo per correre al bagno ;-) as esempio se dovete andare a far la spesa, o al cinema... in questo caso le mutandine assorbono una parte della pipì dando il tempo a mamma e bimbo di trovare un bagno. E' importante ricordare onde evitare spiacevoli inconvenienti che non sostituiscono un pannolino e non assorbono come un pannolino. 

 

Ti potrebbe interessare anche: I giochi che facilitano l'abbandono del pannolino

Silvia Negri
Silvia Negri



Anche in News

Il bagnetto del neonato: quando e come farlo?

19 novembre, 2020 2 minuti di lettura

Bimbi sudati in auto... come difenderli dal caldo estivo
Bimbi sudati in auto... come difenderli dal caldo estivo

19 novembre, 2020 2 minuti di lettura

In inverno far giocare i bambini all’aperto fa bene alla salute

19 novembre, 2020 3 minuti di lettura